Avvisi
22 Settembre 2017
Avviso n.45/2017: Bonus Gas/Energia Elettrica - Convenzione Comune di...
13 Settembre 2017
Avviso n.44/2017: Leader Servizi CAF - Release 1.0.5.7
7 Settembre 2017
Avviso n.43/2017: Leader 730/2017: ricevuta controlli Agenzia Entrate
Archivio News
 

Contatti

Editoria Professionale
Informazioni sul 730
 

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Il modello 730 presenta diversi vantaggi. Principalmente, il contribuente non deve eseguire calcoli e ottiene il rimborso direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre); se, invece, deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre) direttamente nella busta paga.

Dal 2014, il modello 730 può essere presentato dai contribuenti titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati, anche se privi di sostituto d'imposta. Se dalla dichiarazione emerge un debito, chi presta l'assistenza fiscale trasmette telematicamente la delega di versamento oppure consegna l'F24 compilato al contribuente entro il decimo giorno antecedente la scadenza del termine di pagamento; l'eventuale rimborso, invece, sarà eseguito direttamente dall'Amministrazione finanziaria.

Dal 15 aprile 2015, in via sperimentale, l'Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati, il modello 730 precompilato.

Il modello 730 precompilato viene messo a disposizione del contribuente in un'apposita sezione del sito internet dell'Agenzia delle Entrate e contiene: i dati contenuti nella Certificazione Unica, i dati relativi agli interessi passivi sui mutui, ai premi assicurativi e ai contributi previdenziali, alcuni dati contenuti nella dichiarazione dei redditi dell'anno precedente (ad esempio gli oneri che hanno diritto ad una detrazione da ripartire in più rate annuali), gli altri dati presenti nell'Anagrafe tributaria (ad esempio i versamenti effettuati con il modello F24).

Il contribuente ha tempo fino al 7 luglio per confermare i dati del precompilato o modificarli correggendo quanto già presente nel modello o integrandolo con informazioni mancanti (ad esempio le spese mediche). Può farlo autonomamente sul sito dell'Agenzia oppure, compilando apposita delega, tramite il sostituto d'imposta, rivolgendosi al CAF o al professionista abilitato.

Resta ferma la possibilità di presentare la dichiarazione dei redditi 730 con le modalità ordinarie.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Per una corretta e rapida compilazione del modello è necessario presentare al CAF tutta la documentazione occorrente.

DOCUMENTI INDISPENSABILI PER TUTTI I CONTRIBUENTI


  • copia del proprio Codice Fiscale, del coniuge e/o dei familiari a carico e relativi Documenti di Identità;

  • copia della dichiarazione Unico o del modello 730 dell´anno precedente;

  • ultima busta paga in possesso al momento della compilazione del modello 730;

  • eventuali deleghe di pagamento degli acconti Irpef (modelli di pagamento F24);

  • Certificazione Unica (modello CU);

  • certificazioni di indennità o delle somme erogate da Enti (INPS, INAIL, Casse edili, ecc.) non segnalate al proprio sostituto d´imposta per il conguaglio;

  • documentazione relativa ad altri redditi posseduti (dividendi su utili, collaborazioni, prestazioni occasionali, ecc.) e documenti relativi a immobili e attività finanziarie detenute all´estero.


PER CHI POSSIEDE TERRENI E FABBRICATI

  • atto di vendita o di acquisto di terreni e/o fabbricati effettuati nell'anno precedente e nei primi mesi dell'anno in corso;

  • visure aggiornate di terreni e fabbricati in caso di variazioni intervenute a seguito di compravendita e denuncia di successione completa di voltura in caso di eredità;

  • contratti di affitto per i locatori che hanno concesso in locazione gli immobili;

  • deleghe di versamento dell´acconto e del saldo IMU (modelli di pagamento F24).


SPESE DETRAIBILI E DEDUCIBILI DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

  • spese sanitarie con prescrizione medica, scontrini farmacia, ricevute per visite specialistiche, acquisto di medicinali e protesi, ricevute per esami di laboratorio, cure mediche dentistiche e omeopatiche, prestazioni di medico generico, ricevute e fatture relative a ricoveri, degenze e interventi chirurgici, ticket per analisi e radiografie, fatture per acquisto di occhiali e lenti da vista, ricevute per apparecchi per l´udito, ricevute di spese per patologie esenti, attrezzature sanitarie, ricevute e fatture per spese sostenute per portatori di handicap, veicoli per portatori di handicap, assistenza sanitaria, spese di acquisto di cani guida, ricevute e fatture per spese mediche rateizzate in anni precedenti;

  • interessi passivi di mutui ipotecari per abitazione principale, interessi passivi su mutui per altri immobili, interessi passivi su mutui per recupero edilizio;

  • spese per interventi di recupero edilizio sostenuti in proprio e interventi finalizzati al risparmio energetico 55% (bonifici, fatture, comunicazione ASL, ecc.) e spese per interventi su involucro edifici, sostituzione impianti di climatizzazione, pannelli solari, spese per sostituzione frigoriferi, congelatori e motori ad elevata efficienza e variatori di velocità;

  • assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni e assicurazioni aventi ad oggetto il rischio di morte, di invalidità permanente (anche in questo caso allegare quietanze e contratto oppure dichiarazione rilasciata dall´assicurazione della detraibilità del premio pagato);

  • contributi volontari, contributi obbligatori e contributi relativi a personale domestico (colf) e contributi INAIL casalinghe,  fondi pensione integrativi;

  • assegni periodici corrisposti al coniuge esclusa la quota di mantenimento per i figli e assegni di mantenimento;

  • ricevute di versamento di tasse scolastiche - scuola secondaria e università - e spese sostenute per locazioni per studenti fuori sede e per locazioni di cui alla Legge 431/98;

  • ricevute e spese sostenute per gli addetti all´assistenza personale nei casi di non autosufficienza;

  • ricevute di versamento per erogazioni liberali ad associazioni sportive dilettantistiche, per erogazioni a vari enti, istituzioni o associazioni,  a partiti politici ed enti religiosi;

  • ricevute per spese veterinarie e per spese sostenute per la frequenza di asili nido, spese funebri per familiari;


SCELTA DEL 2, DEL 5 E DELL'8 PER MILLE


Sesamo Software S.p.A.